Come valutare le stampanti 3D dentali

Le tecnologie di stampa 3D più utilizzate negli studi dentistici e nei laboratori sono la tecnologia SLA ( stereolitografia laser ) e la tecnologia DLP ( Digital Light Processing)

Le più comuni stampanti 3D dentali funzionano esponendo selettivamente la resina liquida a una fonte di luce (sorgente laser nelle SLA e un proiettore nelle DLP) per formare strati solidi molto sottili che si accumulano per creare un oggetto solido. Nelle stampanti DLP, la sorgente luminosa viene convogliata tramite un sistema di specchi verso il fondo trasparente della vaschetta che contiene la resina fotosensibile. La luce proiettata solidifica la resina strato per strato.
Il modo in cui funzionano le stampanti 3D SLA ed DLP è simile ma la differenza in termini di qualità di stampa, flusso di lavoro, materiali disponibili, costi e altri fattori, variano da una macchina all’altra rispetto alla tecnologia adottata.

mceclip1

Il prodotto stampato non mente mai

La priorità di qualsiasi studio odontoiatrico o laboratorio è garantire che le parti finali siano di alta qualità ed accurate. Sfortunatamente, non tutte le stampanti 3D commercializzate per l’odontoiatria sono in grado di fornire la qualità, la precisione e l’accuratezza necessarie per le applicazioni dentali. Inoltre, la differenza tra diverse stampanti 3D dentali va oltre ciò che viene riportato nelle schede tecniche.
Nei datasheet ad esempio, può essere riportato come valore di accuratezza la dimensione dello spot del laser o dei pixel ; sebbene queste specifiche abbiano comunque un impatto diretto sull’accuratezza delle parti finali, non costituiscono una misura vera e propria dell’accuratezza di una stampante 3D ma rappresentano piuttosto un indicazione della risoluzione della stampante.

Le fondamenta dei processi SLA e DLP hanno forme diverse, il che rende difficile il confronto tra le diverse macchine solo per specifiche numeriche.
Fondamentalmente, l’accuratezza e la precisione dipendono da fattori eterogenei: la qualità della stampante 3D, la tecnologia di stampa 3D, i materiali, le impostazioni del software, la post-elaborazione e quanto sono ben calibrati tutti questi sistemi. Il modo migliore per valutare la qualità di una stampante 3D è quindi basarsi sul risultato finale.
La cosa migliore sarebbe richiedere alle case produttrici un campione stampato personalizzato sulle proprie necessità in modo da poter fare una valutazione concreta.

Non sottovalutare la curva di apprendimento

La facilità d’uso di una stampante 3D è un’altra considerazione importante per chi si appresta ad utilizzare questo strumento. E’ dunque importante avere un’idea della curva di apprendimento necessaria per la nuova stampante 3D, ad esempio guardando dei video dimostrativi, visitando una fiera e ove possibile avere delle dimostrazioni del funzionamento della stampante o ancora, contattare FeniQX per una dimostrazione personalizzata in loco.
Fortunatamente, le più moderne stampanti 3D desktop SLA e DLP sono progettate per un uso intuitivo, in modo che gli studi ed i laboratori  possano familiarizzare facilmente con il processo.

Alcune stampanti sono dotate di software proprietario che serve a preparare i modelli 3D per la stampa, mentre altri produttori offrono soluzioni standard. Anche l’uso del software richiede una curva di apprendimento ed è fondamentale poterne avere un’idea prima dell’acquisto di una stampante.

Criteri di valutazione dei costi

Quando si considera l’adozione di una nuova tecnologia, è necessario che abbia senso per la propria attività. Il costo delle stampanti 3D dentali è diminuito in modo significativo e oggi le stampanti sul mercato offrono diverse soluzioni a costi molto diversi le une dalle altre a seconda del numero di applicazioni possibili.
Quando si confrontano diverse soluzioni di stampa 3D dentale, è bene considerare:

  • Costi iniziali, incluso non solo il costo della macchina, ma anche formazione, installazione e software.
  • Costi di gestione, stimati al meglio con i costi del materiale per unità.
  • Costi di assistenza e manutenzione. Prestare attenzione ai contratti di assistenza obbligatori che possono costare fino al 20% del costo iniziale della stampante ogni anno.

Materiali e applicazioni: restare al passo con la tecnologia è importante

Le stampanti 3D professionali sono alcuni degli strumenti più versatili che si trovano oggi negli studi dentistici e nei laboratori e la chiave della loro versatilità sono i materiali dentali.

resineLa selezione del materiale varia in base al modello della stampante. Alcune stampanti 3D di base possono produrre solo modelli diagnostici, mentre i sistemi più avanzati sono in grado di produrre, ad esempio,  corone e ponti provvisori , guide chirurgiche, protesi a lungo termine e biocompatibili come protesi mobile e apparecchi ortodontici.

Le stampanti 3D dentali consentono una produzione digitalizzata in serie di una vasta gamma di prodotti dentali, più economica e personalizzata.
Alcune stampanti 3D funzionano solo con materiali proprietari, il che significa che le potenzialità delle stampante sono limitate alle offerte del produttore. Altre invece hanno un sistema aperto, il che significa che possono utilizzare materiali realizzati da produttori terzi.

Tuttavia, quando si utilizzano materiali di terze parti, è importante assicurarsi che i risultati abbiano una qualità e un’accuratezza clinicamente accettabili. Inoltre, l’utilizzo di materiali biocompatibili su stampanti 3D non convalidate che dichiarano di essere “aperte”, infrange i requisiti di utilizzo e quindi produce apparecchi non biocompatibili e certificati. Fare dunque attenzione se si utilizzano stampanti e materiali 3D non convalidati.

Screenshot_20

Conclusioni

Informarsi è sempre una buona idea, infatti i produttori rilasciano regolarmente nuovi materiali ed è opportuno che la stampante acquistata oggi sia in grado anche in futuro di produrre una sempre più crescente varietà di prodotti dentali grazie alla compatibilità con le resine all’avanguardia, introdotte dalla ricerca e sviluppo di terze parti.

FeniQX supporta i professionisti del settore dentale nella scelta delle stampanti 3d congeniali alle proprie esigenze, con una consulenza specifica di alta qualità sulle resine biocompatibili ed il loro impiego con le migliori stampanti presenti sul mercato.