Blue and Green Shape Fitness Influencer Neon Noir Facebook Post Set (1)

Ecco come l’odontoiatria digitale ha ridefinito l’industria dentale

La stampa additiva ha interessato molti settori ma quelli che ne hanno tratto maggior beneficio sono la medicina e l’odontoiatria.

Le tecnologie di stampa 3D hanno trovato nel settore dentale un ambiente che richiede continuamente soluzioni personalizzate, di conseguenza, l’industria dentale si sta evolvendo rapidamente verso il digitale, con flussi di lavoro più efficienti e di qualità costantemente alta, e con costi inferiori sia per i laboratori che per gli studi dentistici.

Per la parte produttiva l’odontoiatria ha sempre fatto affidamento a metodi manuali per realizzare apparecchi personalizzati. Oggi invece, i flussi di lavoro digitali consentono la personalizzazione di tutta la produzione, in modo coerente e automatizzato, con meno lavoro e costi inferiori.

Questo è un vantaggio notevole se si pensa che con i tradizionali metodi di lavoro manuale la qualità dei prodotti finiti dipende fortemente dalle competenze di un determinato tecnico; ciò significa che è difficile e costoso ottenere prodotti dentali costanti nel tempo e di alta qualità con così tante potenziali fonti di errore.

moonray_home

Com’è possibile allora migliorare il workflow di uno studio dentistico o di un laboratorio?

Una produttività ottimizzata per l’odontoiatria

L’utilizzo della strumentazione digitale e di software intelligenti è di sicuro la migliore strategia. Gli scanner intraorali, ad esempio, possono acquisire scansioni direttamente dal paziente, sostituendo le impronte invasive con impronte digitali rapide e accurate. In alternativa, gli scanner desktop nei laboratori odontotecnici possono essere utilizzati per scansionare le tradizionali impronte di alginato e di silicone. Grazie al flusso di lavoro digitale, ogni prodotto dentale risulta dettagliato con precisione, secondo le specifiche dettate dall’anatomia del paziente.

Le stampanti 3D sono un altro strumento indispensabile per il workflow digitale: nessun altro strumento è in grado di produrre una così vasta gamma di prodotti dentali con una qualità costantemente elevata. I laboratori e gli studi dentistici possono utilizzare le stampanti 3D per produrre modelli ortodontici, modelli di corone e ponti, guide chirurgiche, allineatori, dispositivi di fissaggio, prodotti dentali biocompatibili a lungo termine come le protesi dentarie, e altro ancora.

Le tecnologie digitali semplificano i flussi di lavoro, riducono il margine di errore e la quantità di manodopera richiesta, con conseguente risparmio di tempo e di costi, sia dal punto di vista del laboratorio che dello studio odontoiatrico.

Più efficienza per l’ortodonzia correttiva

Gli allineatori trasparenti, uno dei trattamenti ortodontici più comuni, oggi non potrebbero esistere senza tecnologie digitali come la stampa 3D. I loro processo produttivo è una combinazione brillante di più flussi di lavoro digitali.

Ecco una sintesi del workflow digitale:

l’ortodontista o il dentista acquisiscono per la prima volta l’impronta dentale di un paziente mediante scanner intraorale 3D oppure possono fare un’impronta tradizionale per poi effettuarne la scansione in laboratorio.

Il modello digitale fornisce una base per pianificare con l’ausilio di software specifici gli stadi progressivi tra la posizione attuale e quella desiderata dei denti. Ogni fase viene quindi stampata in 3D e gli allineatori sono termoformati sopra i modelli realizzati in 3D.

Tutto ciò è possibile grazie alle moderne stampanti 3D desktop di piccolo formato, in grado di creare modelli prototipati per apparecchi termoformati e di aprire a qualsiasi laboratorio o studio la possibilità di produrre internamente gli allineatori ed espandere la produzione senza aggiungere sostanziali spese generali.

mano con stampa

Un ausilio sicuro per l’implantologia digitale

Le tecnologie digitali possono essere una guida nelle procedure chirurgiche più complesse. CBCT , software di pianificazione e guide chirurgiche, stanno diventando i nuovi standard di cura in implantologia; grazie al loro ausilio, l’accuratezza del posizionamento dell’impianto durante l’intervento chirurgico è praticamente garantita, il rischio di complicanze chirurgiche diminuisce e i risultati clinici sono complessivamente migliori.

Ecco una sintesi del workflow digitale:

Per creare una guida, gli implantologi combinano i dati della scansione intraorale della dentatura di un paziente e dell’osteotomia del paziente ottenuta mediante la tomografia computerizzata. Sulla base dei dati anatomici, i professionisti utilizzano il software CAD per pianificare il trattamento con elevata precisione e quindi utilizzano una stampante 3D per produrre una guida chirurgica pronta per essere utilizzata durante l’intervento.

In passato l’unico modo per produrre guide chirurgiche era attraverso la fresatura o la stampa 3D industriale, in molti casi proibitive dal punto di vista economico. Oggi, grazie alla stampa 3D desktop, i costi sono diminuiti notevolmente, aprendo la strada alla chirurgia guidata anche negli interventi più semplici.

screen

 

Una semplificazione nella produzione delle protesi digitali

 

La produzione di protesi tradizionali comporta un flusso di lavoro analogico che richiede molto tempo ed impegno, visite ripetute del paziente e diverse fasi di produzione. Si tratta inoltre di un lavoro complesso, con una ripida curva di apprendimento, e i laboratori odontotecnici fanno sempre più fatica a trovare tecnici con le capacità e le competenze avanzate necessarie a produrre le protesi.

Le protesi dentarie sono una delle ultime applicazioni dell’odontoiatria digitale. Grazie alla digitalizzazione è possibile ottenere una produzione efficiente ed economica, semplificando il processo produttivo del laboratorio odontotecnico.

La produzione di protesi mediante flusso di lavoro digitale include meno passaggi e meno variabilità, ed il prodotto finale è sempre di alta qualità. I progetti di protesi digitali sono anche riutilizzabili, condivisibili, modificabili e facili da riprodurre con la stampa 3D. Il flusso di lavoro è in generale più conveniente rispetto a quello tradizionale perché l’hardware è meno costoso rispetto ad una volta, i costi dei materiali sono più bassi e si ha sia risparmio sia di tempo che di manodopera.

Le protesi digitali sono destinate a sostituire o integrare il flusso di lavoro tradizionale e a diventare più accessibili a tutti coloro che necessitano di cure.

Una migliore esperienza del paziente

Di fatto sono i pazienti che traggono il massimo vantaggio dai progressi dell’odontoiatria digitale. A partire dalla visita dal dentista o ortodontista, per il paziente il poter visualizzare una procedura dentale può essere rassicurante: immaginare e comprendere il trattamento che riceveranno in modo molto dettagliato, riduce l’ansia e rende più semplice l’accettazione del paziente.

Ma ci sono molti altri vantaggi: gli elaborati possono essere esteticamente più gradevoli (ad esempio gli allineatori trasparenti), i trattamenti risultano più precisi e meno invasivi (implantologia digitale e guide chirurgiche); tutti i processi sono generalmente più rapidi perché il digitale elimina i passaggi superflui, rendendo la visita del paziente più rapida e semplice.

Effettuare trattamenti precisi e coerenti significa diminuire la probabilità che i pazienti debbano tornare per ripetere il lavoro, risparmiando tempo e denaro. Inoltre è più probabile che un paziente soddisfatto diventi un cliente di ritorno e passi parola, contribuendo al successo a lungo termine di tutte le strutture dentali.

soddisfazione

Come avvicinarsi all’odontoiatria digitale

Si sono descritti solo alcuni esempi dei cambiamenti che l’odontoiatria digitale ed i processi di stampa 3D stanno apportando all’industria dentale.
Le tecnologie attuali per il settore dentale non richiedono necessariamente uno sconvolgimento totale del proprio flusso di lavoro perché consentono di combinare il meglio del tradizionale e del digitale. Il supporto della strumentazione moderna e di software a corredo si traduce in una serie di nuove possibilità per il settore dentale e in una serie (non indifferente) di miglioramenti per il paziente.

FeniQX guida dentisti e tecnici nel passaggio graduale al digitale ed è sempre a disposizione di tutto il settore dentale per consigliare gli strumenti più efficaci ed adatti alle esigenze di ciascun professionista.