Scanner intraorali: un nuovo modo di vedere l’odontoiatria

La tecnologia della scansione intraorale rappresenta un’area tra le più interessanti del settore dentale perché la lettura 3D della bocca può essere utilizzata in un gran numero di procedure odontoiatriche e ortodontiche. Proprio per questo, dall’introduzione del primo scanner digitale per impronta dentale, avvenuta negli anni ’80, la ricerca e sviluppo di diverse aziende ha portato a migliorare le tecnologie e a creare scanner sempre più facili da usare e sempre più precisi.

Gli scanner 3D sono in grado di catturare immagini virtuali tridimensionali del dente, che possono essere utilizzate per creare modelli master precisi su cui eseguire i restauri in un laboratorio odontotecnico. L’uso di queste apparecchiature sta rapidamente aumentando in tutto il mondo e rappresenta un cambiamento radicale rispetto al modo tradizionale di prendere le impronte dentali.

IMG_0381

Per eseguire varie procedure come diagnosi, analisi dei modelli o produzione di apparecchi, l’impronta dentale deve essere effettuata utilizzando materiali e tecniche diverse: la sostituzione delle impronte in silicone o alginato con scanner digitali intraorali, rappresenta dunque un’evoluzione per il settore dentale.

I vantaggi della scansione digitale

I vantaggi della scansione digitale per l’ortodontista includono una migliore pianificazione della diagnosi e del trattamento, una maggiore accettazione dei casi, un minor numero di tentativi, la standardizzazione delle procedure di lavoro, e in generale un flusso di lavoro migliorato e più efficiente. I benefici per il paziente sono sicuramente un’esperienza in poltrona più confortevole e più rilassata, la riduzione del tempo di seduta e tempi di trattamento potenzialmente ridotti.

Gli scanner intraorali digitali sono considerati dispositivi elettrici medici di Classe I, progettati e costruiti in conformità con gli standard ANSI / IEC 60601-1. Ogni scanner ha tre componenti principali: una workstation mobile wireless per supportare l’inserimento dei dati; un monitor per computer per inserire prescrizioni, approvare scansioni e rivedere file digitali; e una manipolo con sistema di scansione ottica integrato che serve a raccogliere i dati di scansione nella bocca del paziente.

In base a sofisticati algoritmi, vengono presi centinaia di migliaia di punti, fino ad ottenere una rappresentazione 3D dell’oggetto desiderato. Per acquisire i dati di superficie, lo scanner utilizza una tecnologia che determina la velocità di misurazione, la risoluzione e l’accuratezza dello scanner. Attualmente negli scanner intraorali sono impiegati quattro tipi di tecnologia di lettura delle informazioni: la triangolazione, il parallel confocal imaging, l’accordion fringe interferometry (AFI), three-dimensional in-motion video.

WhatsApp Image 2021-04-11 at 17.30.02

WhatsApp Image 2021-04-11 at 17.30.01

Più spazio, più efficienza, più organizzazione

I sistemi di impronta digitale dedicati eliminano diverse attività ingombranti in studio dentistico, come la selezione di vassoi, la preparazione e l’utilizzo di materiali, la disinfezione delle impronte e l’invio di impronte al laboratorio. Inoltre, il tempo di laboratorio si riduce non dovendo versare gesso, tagliare e modellare stampi o articolare i modelli.

Grazie alla scansione intraorale i restauri finali vengono prodotti da modelli creati attraverso i dati digitalizzati invece che da modelli in gesso realizzati con impronte fisiche. Senza parlare del del comfort del paziente e di una migliore accettazione e comprensione del caso da parte sua. Le scansioni digitali possono essere archiviate su dischi rigidi a tempo indeterminato, mentre i modelli convenzionali, che possono rompersi o scheggiarsi, devono essere archiviati fisicamente con conseguente occupazione di spazio nell’ambiente di lavoro.

Conclusioni

Gli scanner digitali intraorali stanno diventando parte integrante del moderno studio dentistico, perchè migliorano sia l’efficienza dello studio che l’esperienza del paziente rispetto alle tradizionali impronte in alginato e silicone. Dati i suoi innegabili benefici, la scansione intraorale digitale sta ormai diventando una procedura di routine nella maggior parte degli studi dentistici.

FeniQX distribuisce e commercializza i migliori scanner intraorali per le esigenze degli studi odontoiatrici, offrendo consulenza e supporto continuo a tutti i professionisti che desiderino digitalizzare il proprio flusso di lavoro.