Guida alla stampa 3D dentale con SprintRay Pro

La tecnologia di stampa 3D ha rivoluzionato l’odontoiatria, semplificando e aggiungendo valore al lavoro dei professionisti del settore odontoiatrico poichè ha permesso di migliorare l’esperienza del paziente.

Le stampanti 3D desktop, in particolare, stanno trasformando il settore poichè consentono di effettuare in studio la stampa rapida e semplice di parti personalizzate come allineatori, guide chirurgiche, protezioni occlusali e corone e ponti.

Uno dei principali vantaggi di possedere una stampante 3D è infatti la produzione in studio di denti stampati in 3D: personalizzati, precisi, estetici e resistenti. Sono inoltre disponibili per applicazioni di restauro sia provvisorie che definitive.

Attualmente, la maggior parte delle cliniche opta per i metodi tradizionali di posizionamento delle corone, utilizzando modelli fusi e tecniche analoghe. I professionisti del settore dentale che sono passati all’odontoiatria digitale sino ad oggi hanno utilizzato la stampa 3D per produrre modelli e restauri provvisori ma la stampa di corone definitive è ancora poco diffusa.

Denti stampati in 3D e corone definitive

L’evolversi delle capacità dei materiali e le recenti approvazioni della FDA (The Food and Drug Administration) hanno permesso di utilizzare SprintRay Pro per fabbricare denti stampati in 3D, così da creare il primo restauro stampato definitivo.
Per rendere possibile la stampa 3D di restauri definitivi, SprintRay ha collaborato con BEGO per convalidare i loro materiali ibridi all’avanguardia da utilizzare con l’ecosistema SprintRay.

VarseoSmile Crown Plus di BEGO è il primo materiale al mondo per la stampa 3D di restauri permanenti singoli e multipli, inlay, onlay e faccette. Presenta proprietà meccaniche alla pari dei materiali compositi tradizionali e fornisce l’equilibrio ottimale tra opacità e trasparenza necessario per denti e restauri definitivi stampati in 3D che sembrano e (si sentono) naturali.

mini_1

Se usati in combinazione con una stampante 3D SprintRay, questi nuovi materiali ibridi all’avanguardia consentono la stampa rapida in studio di restauri definitivi. In tal modo l’odontoiatria a visita singola diviene una realtà.

Questi restauri possono essere stampati a un costo estremamente basso in meno di un’ora, aggiungendo solo pochi euro di costo di produzione per unità.

Alta qualità, prezzo conveniente

Scegliere una stampante 3D SprintRay significa essere in grado di offrire ai pazienti restauri definitivi accurati e di lunga durata a fronte di un basso costo del materiale.

2

La certificazione completa per i restauri definitivi negli Stati Uniti con SprintRay Pro55 e le partnership in resina, consentono di massimizzare i vantaggi della tecnologia di stampa 3D e gli investimenti tecnologici esistenti come la scansione intraorale.
Il processo di stampa è semplice ed efficiente in termini di tempo e il prodotto finale fornisce un equilibrio realistico di opacità e traslucenza che rispecchia i denti esistenti.

Flusso di lavoro per corone stampate in 3D: accurato, semplice e senza problemi

Incorporare i denti stampati in 3D nel flusso di lavoro dentale aumenterà sia l’efficienza che la produttività degli studi odontoiatrici.

La gamma di prodotti selezionati da FeniQX mira ad un’esperienza assolutamente positiva e lavora in sinergia per offrire risultati eccellenti.

Per garantire che la stampante sia accessibile e facile da usare, abbiamo scelto SprintRay Pro, la stampante 3D desktop più intuitiva, potente e affidabile sul mercato. Il processo di stampa è incredibilmente semplice e facile da navigare e tutti i membri del team clinico saranno in grado di capirlo in pochissimo tempo.

3

Scansione intraorale. Il primo passo per stampare corone definitive o temporanee è acquisire un’impronta digitale della bocca del paziente utilizzando uno scanner intraorale. Una volta eseguita l’imaging digitale, si dispone della rappresentazione 3D necessaria e si può iniziare a lavorare su un piano di trattamento con il paziente. Coinvolgere un paziente nel processo di pianificazione di un trattamento può aumentare sia la soddisfazione del paziente che il tasso di accettazione del caso.

Ordinazione del design. una volta ottenuta l’impronta digitale desiderata, i dati della scansione intraorale vengono inviati a un laboratorio di terze parti che gestirà il processo di progettazione, producendo un file digitale che si può stampare in 3D da solo. Pertanto, non è necessario avere una conoscenza del software di progettazione.

Stampa 3D del design. Quando il design è pronto, tutto ciò che si deve fare è premere print sulla stampante SprintRay Pro e il processo di stampa avrà inizio.

Post-elaborazione del design. SprintRay Pro Wash/Dry e SprintRay Pro Cure sono progettati per offrire un’esperienza di post-elaborazione semplice ma potente.

4

SprintRay Pro Wash/Dry è il primo sistema di lavaggio e asciugatura a due fasi completamente automatizzato costruito per offrire velocità, pulizia e facilità d’uso. Una volta completato il lavoro di stampa, tutto ciò che si deve fare è posizionare la piattaforma sulla base integrata di Pro Wash/Dry e premere “Avvio”. Pro Wash/Dry gestirà il resto del processo di lavaggio autonomamente, senza problemi.

Polimerizzazione post-stampa. Un processo dipendente dalla luce e dal calore; promuove reazioni di reticolazione che aiutano il materiale a raggiungere la massima resistenza possibile. Progettato per un utilizzo ad alta produttività, SprintRay Pro Cure ottimizza la fase di post-polimerizzazione per ottenere i migliori risultati nel minor tempo possibile. Basta selezionare la resina di stampa e la Pro Cure si occuperà del resto.

Caratterizzazione e posizionamento. La corona stampata può ora essere caratterizzata utilizzando metodi tradizionali, testata per adattarsi a un modello di moncone e quindi posizionata con cemento autoadesivo standard.

Certificato e studiato per la tranquillità

Comprendiamo che quando si tratta di restauri definitivi utilizzando nuovo materiale, la sicurezza del paziente è una priorità assoluta. I nostri materiali per la stampa dentale sono stati convalidati e testati in laboratorio per la migliore adesione e fusione possibile ai tessuti ossei e gengivali.

5

Inoltre, VarseoSmile Crown Plus è stato rigorosamente testato e convalidato in studi di laboratorio. Gli studi sulle prestazioni di 10 anni di corone stampate in 3D realizzate con VarseoSmile Crown Plus non hanno rilevato affaticamento del materiale rilevabile e hanno concluso che questi restauri possono essere conservati a lungo. I test di solubilità hanno rilevato un rischio estremamente basso di reazioni biologiche indesiderate, mentre i test XTT non hanno riscontrato alcuna prova di attività citotossica da corone realizzate con VarseoSmile Crown Plus.

6

Sia che si utilizzino le resine di SprintRay o uno dei nostri sempre più numerosi partner per i materiali, i denti stampati in 3D saranno comunque precisi e resistenti.

SprintRay Pro offre il controllo assoluto sul flusso di lavoro, permettendo ai dentisti di mettere a punto ogni aspetto del piano di trattamento del paziente. Progettata per un utilizzo ad alta produttività, consente di stampare restauri definitivi e provvisori approvati dalla FDA in meno di 20 minuti. I risultati sono incredibilmente accurati e adatti allo scopo, permettendo di produrre corone in giornata, forti, durature e belle.

Photocredits SprintRay