Tutto quello che devi sapere sui materiali per la stampa 3D dentale

Le caratteristiche della stampante come la precisione e la velocità sono importanti nella produzione dentale ma è una serie di progressi nelle resine, guidati da produttori di terze parti, che è in gran parte responsabile della proliferazione della stampa 3D in odontoiatria. Per questo è importante comprendere il mercato attuale e il futuro previsto dei materiali per la stampa 3D dentale.

Che cos’è un materiale per la stampa 3D dentale?

Rispetto ad altre applicazioni della stampa 3D, i professionisti del settore dentale hanno esigenze uniche e non negoziabili per i loro sistemi di produzione. Un materiale per la stampa 3D dentale è una resina progettata e prodotta specificamente per la produzione di dispositivi dentali di posizionamento finale e modelli dentali funzionali.

1

Il punto è che non tutte le resine di base sono adatte per la produzione di modelli dentali. Inoltre, anche se le resine per i modelli dentali è uno dei materiali più commercializzati in odontoiatria, i modelli rappresentano solo una frazione dei dispositivi dentali fabbricabili con l’utilizzo dell’odontoiatria digitale. Dispositivi di supporto chirurgico, dispositivi funzionali come bite e placche di svincolo , protesi dentali provvisorie e definitive, stanno crescendo di numero e le resine biocompatibili per queste applicazioni rappresentano il futuro del settore.

Andando al nocciolo della questione possiamo dividere  in due categorie le resine dentali: resine dentali di tipo1 per modelli dentali e resine dentali di tipo 2 per la produzione di dispositivi e protesi dentali utilizzabili a contatto con il cavo orale. Vediamole nei paragrafi seguenti.

Resina dentale di tipo 1: Resina per modelli dentali

A prima vista, si potrebbe pensare che i requisiti di un modello dentale siano gli stessi di qualsiasi altra parte stampata in 3d per settori non dentali. Ma la differenza sta nell’uso successivo che ne verrà fatto: prendiamo ad esempio un modello di un personaggio in miniatura stampato in 3D per uso artistico,  lo stesso dopo lo stampa sarà pesantemente rifinito e dipinto da un artista, il modello di una arcata completa di denti di un paziente deve essere utilizzabile velocemente, in sicurezza e con minime rifiniture.

2

Modelli dentali consultativi ed estetici

Le resine per modelli dentali devono bilanciare correttamente la velocità con l’estetica. Molti medici utilizzano modelli dentali stampati in 3D come ausili visivi per le consultazioni di trattamenti restaurativi.

Affinché queste consultazioni siano efficaci, i modelli devono essere visivamente accattivanti.

La corretta distribuzione del colore, soprattutto nel corso di stampe lunghe, è qualcosa a cui molte resine per modelli standard non danno la priorità.

Le resine per modelli SprintRay sono specificamente formulate per stampare rapidamente mantenendo un colore uniforme e una precisione a livello di micron.

Ad esempio, la resina per modelli dentali bianca di SprintRay è perfetta per i modelli estetici e per la consultazione con il paziente.

3

Modelli dentali per la produzione di allineatori trasparenti

Un altro uso popolare per le stampanti 3D, in particolare negli studi privati, è la produzione di allineatori trasparenti. Questo processo prevede la stampa di una serie di arcate complete che vengono utilizzate per la termoformatura di mascherine, le quali inossate dai pazienti per un tempo stabilito, accompagnano la dentatura attuale di un paziente a quella futura.

La produzione di allineatori trasparenti fa emergere il componente più importante della resina per modelli dentali: la produttività accurata.

Molte stampanti SLA desktop utilizzano un singolo laser per polimerizzare la resina come se si disegnasse un’immagine uno strato alla volta. Le stampanti DLP desktop come la Spintray PRO S, polimerizzano un intero strato in un singolo lampo di luce UV. Questo le rende molto precise e veloci, due elementi fondamentali nella produzione di allineatori trasparenti.

Poiché la terapia con allineatori trasparenti richiede la stampa di fino a una dozzina di arcate per volta, la produttività è fondamentale.

Ma la produzione rapida e precisa non riguarda solo la tecnologia della stampante. Velocità e precisione sono influenzate negativamente dai materiali. I materiali dentali sono progettati per questo equilibrio. Se la precisione delle arcate stampate non è perfetta, gli allineatori stessi non si adatteranno correttamente.

L’elevata produttività con una precisione affidabile è il risultato di anni di messa a punto delle resine per modelli dentali, ideati per le esigenze dei professionisti del settore dentale. SprintRay, a questo scopo conduce regolarmente studi interni per verificare l’accuratezza delle resine per la stampa dei modelli dentali.

4

Resina dentale di tipo 2: Resina funzionale per dispositivi e protesi dentali.

Gli ultimi due anni hanno visto comparire diverse resine rivoluzionarie certificate come biocompatibili di Classe I e II. Queste nuove resine hanno anche caratteristiche fisiche che le rendono ideali per le applicazioni dentali.

In questo modo paradenti e i bite notturni possono essere stampati su alcune stampanti 3D compatibili.

Le maschere per l’incollaggio indiretto dei bracket che vengono utilizzate per incollare in maniera precisa gli attacchi ortodontici, possono essere stampati in meno di un’ora. Le protesi provvisorie e le protesi totali economiche possono essere stampate con materiale ibridi microriempiti in PMMA, e una volta post-elaborati possono essere posizionati nella bocca di un paziente in poche ore ad un costo ridottissimo.

5

Ma se ci sono così tante nuove resine funzionali sul mercato, perché non tutti i dentisti digitali le usano? Sfortunatamente, le cose non sono così semplici. La maggior parte dei sistemi è ancora “chiusa”, il che significa che può essere difficile trovare la combinazione di caratteristiche del prodotto e compatibilità dei materiali che funzioni per il tuo studio. Affinché una determinata stampante possa stampare con una resina per protesi totali certificata, ad esempio, la stampante deve avere le preimpostazioni software corrette. In caso contrario, la stampa avrà esito negativo.

Le protesi stampate in 3d sono frutto di una combinazione di hardware, software e materiali di stampa 3d corretti.

Sistemi in resina aperti e chiusi

Proprio come con le stampanti su carta, gli ampi margini di profitto dei materiali di consumo guidano le decisioni aziendali sui materiali. Molti materiali per la stampa 3D dentale sono realizzati da fornitori di resina di terze parti. Solo una manciata molto piccola di stampanti 3D consente l’uso di resine di terze parti. Ancora meno offrono supporto e offrono impostazioni predefinite per garantire la compatibilità.

La maggior parte delle stampanti 3D, anche quelle costruite per l’odontoiatria, utilizzano ecosistemi proprietari. Se investi in una stampante di questo tipo, potresti limitare la tua capacità di vedere rendimenti futuri sul tuo hardware.

Sistemi di resina aperti certificati

Le stampanti 3D per studi dentistici e laboratori dovrebbero essere investimenti a lungo termine. Mentre le iterazioni hardware sono su cicli di prodotto abbastanza lunghi, i materiali per la stampa 3D dentale non lo sono. I produttori di resine si muovono velocemente e le cliniche hanno bisogno di un partner che li aiuti a rimanere aggiornati.

Molte delle resine funzionali oggi sul mercato sono diventate disponibili nell’ultimo anno e quel tasso di miglioramento non mostra segni di rallentamento. Il successo della stampa 3D nel settore dentale lo deve in gran misura a queste nuove resine sviluppate da produttori terzi.

6

Ad esempio, corone e ponti possono essere stampati in 3d sulle stampanti SprintRay PRO S , grazie alla piattaforma aperta che permette l’utilizzo delle resine certificate . Inoltre va sottolineato un impegno continuo della casa americana a certificare continuamente nuove resine funzionali che si affacciano con qualità e innovazione al mercato dentale.

Conclusione: il futuro della stampa

Questo rapido ritmo di miglioramento può sembrare scoraggiante. Ma l’acquisto di un sistema di stampa SprintRay PRO è l’inizio di una partnership unica nel settore. E’ disponibile infatti un catalogo in espansione continua di resine di terze parti completamente supportate dai principali distributori di SprintRay. Ciò significa che da Feniqx puoi acquistare con sicurezza, sapendo che la tua stampante e il team di supporto saranno sempre aggiornati con gli ultimi progressi nei materiali per la stampa 3D dentale.

Mentre il mondo della stampa 3D continua a rivoluzionare l’odontoiatria, i nuovi materiali continueranno a spingere i limiti di ciò che è possibile.

 

Crediti fotografici SprintRay