Odontoiatria digitale: ecco come scegliere la fresatrice CAD/CAM adatta al tuo laboratorio odontotecnico

Ecco come scegliere la fresatrice CAD/CAM adatta al tuo laboratorio odontotecnico.

Wet_milling

La scelta della fresatrice giusta per il proprio laboratorio è fondamentale. Non tutte le macchine sono adatte a tutti i laboratori. Ogni esigenza necessita infatti di una soluzione adeguata.

FeniQX offre fresatrici ottimali per ogni laboratorio odontotecnico e anche per le cliniche dentali: abbiamo un modello di prodotto specifico per ogni caso d’uso, sia che si tratti di fresatura a secco o umido che di una macchina combinata all-in-one, a 4 assi o a 5 assi.

Fresatura ad umido o a secco?

In generale, se un mulino debba essere asciutto o bagnato è determinato dal tipo di materiale da fresare. La fresatura a umido è necessaria per alcuni materiali ceramici, come il disilicato di litio e le porcellane feldspatiche, nonché per alcuni metalli, come il cromo cobalto. Zirconia e titanio, ad esempio, possono essere fresati sia a secco che a umido. La cera e l’acrilico (per provvisori) vengono in genere fresati a secco.

La scelta ottimale è fornire il servizio di restauro più versatile, azionando fresatrici sia a secco che a umido e offrendo un servizio più rapido, più efficace e non restrittivo in termini di materiali. 

Dry milling
Dry milling

Fresatrici singole o combinate?

Ecco due motivi per cui le fresatrici a uso specifico (solo umido o solo secco), sono più diffuse.

  1.  Fattibilità: secondo alcune ricerche di mercato, gli odontotecnici non utilizzano in genere modalità combinate di fresatura a secco e ad umido, preferendo utilizzarle esclusivamente come fresatura a secco o solo fresatura ad umido.
  1. Capacità di produzione: una fresatrice combinata non è la stessa cosa di 2 fresatrici separate a umido e a secco, anche se il prezzo è similare. Invece, le macchine singole hanno maggiore capacità e velocità di produzione.

tech_1_-_precise_ass (2)

Fresatrice a 4 o 5 assi?

In una macchina a 4 assi un pezzo viene lavorato allo stesso modo di un’unità a 3 assi, ma con l’aggiunta di un movimento rotatorio attorno all’asse X, noto come asse A. Un’unità a 5 assi, d’altra parte, ha una direzione dell’asse B extra per una migliore fresatura in sottosquadro e meno lavoro di preparazione.

I 4 assi sono più che sufficienti per la fresatura quotidiana, i monconi personalizzati e i ponti a campata lunga. Tuttavia, per le unità ad angolo alto a inserimento multiplo, verranno utilizzati 5 assi. Un 5 assi può anche annidare un’unità angolata in qualsiasi punto del disco, mentre un 4 assi può ruotare solo di 180 gradi e ha un posizionamento minimo nel disco.

Conclusione

Le fresatrici sono disponibili in un’ampia gamma di forme, dimensioni e configurazioni. Soprattutto, dovresti considerare che, a seconda delle tecniche di fresatura e degli utensili impiegati, le macchine che sembrano quasi identiche funzionano in modo molto diverso.

FeniQX ti consiglia la scelta migliore in base alle tue applicazioni dentali e in particolare in base alla quantità da produrre e ai materiali da fresare. E’ anche importante valutare la tipologia di mulini nonché il numero di utensili nel mulino, i costi e la durata prevista.