Fresatrici Dentali HSC Series

HSC1 PRG_FQX1

HSC1

HSC5

HSC10

HSC20T

Più di 20 anni di esperienza nella programmazione e nella gestione di macchine a controllo numerico di qualsiasi genere ci ha permesso di farci una idea ben chiara delle caratteristiche meccaniche e tecniche che deve possedere un centro di lavoro moderno ideale per soddisfare le esigenze nel settore dentale.

Caratteristiche generali

encoder
motore brh
riduttore
riga ott
  • viti a ricircolo di sfere rettificate e precaricate NSK CAT 5
  • motori brushlees con encoder incrementale
  • EtherCAT – Universal high-speed Ethernet
  • Sistema di presa diretta in pinza dell’utensile

ricircolo

Molte delle caratteristiche elencate di seguito sono sconosciute a molti,  ma agli utenti più esigenti ed esperti  danno immediatamente l’idea della qualità costruttiva e dell’innovazione tecnologica presente in queste macchine.

Sistema libero e aperto

  • Tutti i “centri di lavoro” della serie HSC, accettano formati di programmazione aperti in G-Code e supportano i formati di uscita dei più conosciuti CAM dedicati al settore dentale (txt, nc, cnc, ecc.)
  • Ascelta sono forniti con il CAM dentale Go2Dental o  Hyperdent , che permettono il caricamento di file aperti in formato .stl binario.
  • Grazie alla possibilità di personalizzazione dei template di fresatura si può utilizzare qualsiasi tipo di materiale o utensile.

5 Assi in continuo, i vantaggi

  • Tutti i centri di lavoro della serie HSC possono lavorare in 5X continui, per poter ottenere il massimo del dettaglio anatomico.
  • Lavorare in 5 assi consente di ottimizzare l’altezza del disco, minimizzando lo spreco di materiale e tempo.
  • Per aumentare la precisione è comunque possibile lavorare in 5X Index oppure creare strategie miste massimizzando entrambi gli aspetti.

Controllo della precisione

Da sempre la precisione e la ripetibilità, caratterizzano la produzione dei dispositivi medici odontoiatrici, tutti i centri di lavoro sono ideati per soddisfare queste richieste:

  • Come standard, vengono montate viti a ricircolo di sfere rettificate e precaricate NSK CAT 5, che garantiscono una precisione di posizionamento di 14 μm su una corsa di 600 mm, che concentrata nell’area utile del disco, di 95 mm, equivale a un errore di posizionamento di 2.2 μm
  • I motori brushlees con encoder incrementale permettono il controllo continuo della posizione grazie al monitoraggio e alla comunicazione in tempo reale con il CNC
  • La misura della lunghezza utensile è eseguita con un tool setter Hexagon Metrology®, che assicura una accuratezza di lettura di 0.5 μm e una ripetibilità di 2 sigma

Mandrino e sistema di presa utensile

Il mandrino scelto per la Serie HSC si differenzia sui vari modelli per la prestazione intesa come coppia erogata, ovvero alla capacità di asportazione del materiale. Tutti i mandrini raggiungono alte velocità (60000 giri) che facilitano la lavorazione di materiali ceramici. Il sistema di presa diretta in pinza dell’utensile, utilizzato anche nella rettifica di precisione, presenta i seguenti vantaggi:

  • accuratezza del sistema di rotazione meccanica, run-out < di 3μm
  • sensibile riduzione dei costi, non sono necessari coni, pinze o sistemi di calettamento
  • non sono necessari strumenti di Presetting per la verifica del corretto monatggio degli utensili
  • minor tempo di attrezzaggio macchina
  • semplicità di sostituzione dell’utensile
  • maggior numero di postazioni utensile

 

 

 

 

 

 

 

Richiedi Info